EsplorAZIONI Urbane per Jane’s Walk Italy nel quartiere Libertà di Bari

La Jane’s Walk Bari di sabato 4 maggio 2024 è stata seguita da numerosi partecipanti che con interesse hanno percorso l’itinerario nel quartiere Libertà. Prima della partenza i referenti delle Associazioni AIDIA Bari e INU Puglia hanno illustrato le motivazioni della manifestazione internazionale che si ispira alle ricerche dell’attivista e scrittrice americana Jane Jacobs che ha posto l’attenzione sul ruolo delle persone nella partecipazione alla progettazione dello spazio pubblico con la finalità di riqualificare il contesto urbano ed incentivare processi di rigenerazione sociale, culturale ed economica della città.

La partecipazione alla passeggiata è stata gratuita ed il percorso si è articolato in 5 tappe, partendo da Piazza Garibaldi (1^ TAPPA), continuando su via Manzoni fino a Piazza Risorgimento (2^ TAPPA), per arrivare fino a via Garruba e deviare verso la Manifattura dei Tabacchi (3^ TAPPA). Ritornando su via Manzoni si è arrivati alla Scuola comunale dell’infanzia “Manzari Buonvino” (4^ TAPPA) per una visita all’edificio Liberty in cui sono presenti i meravigliosi affreschi dell’artista Mario Prayer.  La passeggiata è proseguita su Corso Italia lungo i portici della Ferrovie Appulo Lucane fino al punto di arrivo di Piazza Moro (5^ e ultima TAPPA).

Nell’esplorazione urbana sono state coinvolte altre organizzazioni che hanno aderito con entusiasmo e sono state parte attiva nella promozione dell’itinerario.

E’ stata un’iniziativa aperta e inclusiva ed un’occasione per confrontarsi con i referenti dell’Associazione dei Commercianti di via Manzoni e dintorni che hanno esposto sia i disagi che affrontano quotidianamente che le proposte per migliorare la vivibilità e accessibilità del quartiere e le strategie per riqualificare la strada dal punto di vista commerciale.

I fotografi dell’Associazione culturale Artiemiele hanno documentato la passeggiata, attraverso scatti inediti ed espressivi, cogliendo gli sguardi e i sorrisi delle persone e le caratteristiche degli edifici e dello spazio pubblico.

Durante la passeggiata è stato distribuito un questionario anonimo per rilevare la percezione del contesto urbano e raccogliere le proposte per migliorare il quartiere. Non sono mancate le interessanti considerazioni e i racconti dei cittadini che incuriositi si sono accostati al gruppo. I diversi contributi e i suggerimenti sono stati raccolti nelle interviste del giornalista di quartiere che racconterà l’esperienza attraverso i podcast nelle sue trasmissioni radiofoniche su spotify.

Durante il percorso siamo state accolte nella sede delle Suore Missionarie in cui si organizzano attività ludiche e formative con i ragazzi e le ragazze del quartiere. Nell’incontro alcune cittadine hanno suggerito una deviazione dell’itinerario per visitare il rifugio culturale di una maestra d’arte che insegna art therapy alle persone di tutte le età. Nei locali al piano terra di via Napoli, erano all’opera dei giovanissimi artisti che hanno raccontato il loro percorso didattico e creativo.

La visita all’edificio plurifunzionale della Manifattura Tabacchi ha rilevato lo stato di abbandono e di degrado edilizio e funzionale. E’ un grande contenitore di notevole pregio architettonico e di grande potenzialità sociale, economica e culturale. E’ attualmente in parte in fase di ristrutturazione per la realizzazione della nuova sede del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) e della Stazione Carabinieri ed accoglie la sede sia del mercato alimentare che del job centre comunale Porta Futuro per servizi ai cittadini metropolitani.

La Scuola Bonvino Manzari è stata una sorpresa inaspettata. Alla presenza della Dirigente e dei Funzionari della Ripartizione Politiche Educative e Giovanili del Comune di Bari, abbiamo ammirato nella sala di presidenza, gli affreschi del grande artista Mario Prayer del novecento.

Al termine dell’insolita esperienza urbana, i commenti entusiasti dei partecipanti hanno convinto gli organizzatori ad approfondire le riflessioni e i suggerimenti, organizzando altre attività ed incontri per definire una proposta condivisa per valorizzare il quartiere.

L’esperienza sarà presentata a Roma nel mese di Ottobre 2024 nel workshop pubblico organizzato dall’Associazione Biennale Spazio Pubblico. Un evento in cui le organizzatrici e gli organizzatori delle passeggiate delle diverse città – che hanno aderito al bando e ai principi di Jane’s Walk – potranno illustrare i vari contributi  con foto, testi e video. Il materiale e i documenti saranno raccolti e pubblicati in uno dei siti dei partner dell’iniziativa. Una giuria di esperti selezionati da INU e da Jane’s Walk Italy conferirà un riconoscimento alle passeggiate che meglio incarneranno lo spirito e la filosofia di Jane Jacobs. Saranno premiate le passeggiate che sapranno meglio valorizzare i temi della mobilità sostenibile e dello spazio pubblico come luogo dell’incontro e della socializzazione e che sapranno innescare processi di riappropriazione e di rigenerazione delle aree pubbliche da parte delle comunità locali.

E’ possibile chiedere informazioni inviando una mail: aidiasezionedibari@gmail.com

La manifestazione internazionale è organizzata nello stesso periodo in oltre cinquecento città nel mondo da volontari che ispirati dall’interesse di costruire una comunità identitaria del quartiere, si impegnano attivamente per raccogliere testimonianze e contributi dei cittadini con la consapevolezza che le città sono ecosistemi complessi e stratificati, provenienti dal passato e orientati verso il futuro, attraverso le esperienze del presente.

L’Istituto Nazionale di Urbanistica con la collaborazione dell’associazione Biennale dello Spazio Pubblico e di INU Giovani, diffondono dal 2018 le buone pratiche in Italia, ed anche quest’anno, hanno lanciato il bando “Jane’s Walk Italy” per tutte le persone interessate a proporre, pianificare, promuovere e guidare una o più passeggiate tematiche in un quartiere della propria città, nell’ambito del festival, che sposino la filosofia di Jane’s Walk. In precedenza l’iniziativa si è svolta a Roma, Olbia, Catania, Barletta, Bologna, Cagliari, Castellamare di Stabia (NA), Como, Enna, Firenze, Frosinone, Ivrea (TO), L’Aquila, Lentini (SR), Matera, Melito di Napoli (Na), Milano, Napoli, Palagonia (CT), Perugia, Pimonte (NA), Pordenone, Prato, Ribera (AG), San Benedetto Po (MN), Sanremo (IM), Santa Caterina dello Jonio (CZ), Siracusa, Taranto, Teramo, Torino, Trieste, Venaria Reale (TO), Verona, Vietri sul Mare (Sa), Viterbo.